Eurocluib

Babij Jar

Babij Jar

AUTORE: Anatolij Kuznecov

PAGINE: 456

CODICE PRODOTTO: 859397

EDIZIONE: ADELPHI

PREZZO EDITORE: 22.00 €

PREZZO OFFERTA: 6.90 €



In edizione integrale il romanzo-documento sulla strage degli ebrei in Ucraina

Arriva finalmente in Italia l’opera che ha raccontato al mondo ciò che il regime sovietico cercò a lungo di censurare.



Il suo nome non è famoso come quello di Auschwitz o Treblinka, eppure Babij Jar è un luogo altrettanto lugubre. Siamo nel 1941 e Kiev, abbandonata dall’Armata Rossa, è invasa dai nazisti, che, poco tempo dopo il loro arrivo, intimano agli ebrei di radunarsi in un punto preciso della città provvisti di documenti, denaro, oggetti di valore e indumenti pesanti. Per 33.771 persone sarà l’appuntamento con la morte. Condotti fino al burrone di Babij Jar, verranno fatti spogliare, posizionati di fronte alle fosse e uccisi. Nei giorni successivi, a questi si aggiungeranno gruppi di zingari, prigionieri sovietici e persino i giocatori della Dinamo Kiev, che si erano rifiutati di farsi battere dai tedeschi. Un massacro deliberatamente rimosso dai sovietici e raccontato in questo eccezionale romanzo-documento a lungo censurato.

Leggerlo perché...
... con l’immediatezza del diario, restituisce verità e memoria alle vittime di un massacro ingiustamente rimosso.

Anatolij Kuznecov (Kiev, 1929 - Londra, 1979) è cresciuto nel quartiere di Kurenëvka, nei pressi del burrone di Babij Jar. Pubblicato nel 1966 dalla rivista Junost’ dopo essere stato sottoposto a una brutale censura, il romanzo è qui presentato nella versione integrale e ampliata apparsa nel 1970 in seguito alla fuga di Anatolij Kuznecov in Occidente.

«Rappresenta un prezioso materiale sui metodi, la psicologia e i pregiudizi di scrittori, redattori e censori».
L’Indice dei Libri del Mese

"Questo è un documento, un ritratto fedele di ciò che è stato. E immaginatevi che, se foste nati solo un attimo storico prima, questa sarebbe stata la vostra vita.
Anatolij Kuznecov