Eurocluib

La grande mattanza

La grande mattanza

AUTORE: Enzo Ciconte

PAGINE: 288

CODICE PRODOTTO: 855213

EDIZIONE: LATERZA

PREZZO EDITORE: 20.00 €

PREZZO OFFERTA: 6.90 €



Tre secoli di efferate violenze nella lotta ai "banditiż

Un ampio quadro storico ricostruisce sviluppi e responsabilità di una repressione che inizia molto prima dell’Unità d’Italia.



Li chiamavano tutti "banditiż, dal bando che enumerava pubblicamente i reati da loro commessi. Eppure i "brigantiż verso cui si scatenò una violenta repressione nei primi decenni dell’Italia unita comprendevano, accanto ai criminali veri e propri, nobili decaduti, contadini in miseria e giovani ribelli ai poteri costituiti. A dar loro la caccia, inoltre, non furono solo gli ufficiali sabaudi ma anche esponenti della borghesia locale, zelanti prosecutori di una secolare guerra fratricida tra meridionali che assume al tempo stesso il carattere di uno scontro di classe fra proprietari e nullatenenti. Lo dimostra questo ampio studio della reazione al banditismo dal Cinquecento al periodo immediatamente successivo all’Unità, tra fucilazioni, saccheggi, stati d’assedio e crudeli carneficine.

«Un saggio che va apprezzato sia per la ricca documentazione su cui si basa sia per i criteri esplicativi che ampliano il campo d’osservazione di un fenomeno complesso e di lungo periodo».
Il Sole 24 Ore

Enzo Ciconte è docente di Storia della criminalità organizzata all’Università Roma Tre e di Storia delle mafie italiane all’Università di Pavia. È stato consulente presso la Commissione Parlamentare Antimafia e il primo a pubblicare un testo storico sulla ’ndrangheta in Italia, ’Ndrangheta dall’Unità a oggi. Tra le altre sue pubblicazioni: Borbonici, patrioti e criminali. L’altra storia del Risorgimento; Dall’omertà ai social. Come cambia la comunicazione della mafia.